AmbienteEcologiaHot Topic

Perché si usano lanciafiamme nell’agricoltura biologica

Usare lanciafiamme nell’agricoltura biologica è meno raro di quanto possiate pensare, ma è molto interessante scoprire come questa tecnologia possa regalarci un cibo più sano.

Sembra assurdo usare lanciafiamme in un campo, ma il fuoco è un prezioso alleato per l’agricoltura biologica, al punto che in diverse parti del mondo è una tecnica sempre più utilizzata. Conosciuto fin dall’antichità, il potere del fuoco nelle coltivazioni sta tornando in auge soprattutto tra chi vuole evitare l’utilizzo di prodotti chimici considerati nocivi, soprattutto nell’agricoltura bio. E la sua efficacia sembrerebbe essere impressionante.

lanciafiamme agricoltura biologica
Foto di Jamie Gilchrist

Perché usare un lanciafiamme nei campi

Come abbiamo accennato, l’idea di utilizzare il fuoco nei campi non è nuova, ma sembra che negli ultimi anni stia acquistando sempre più fama. Il principio è semplice: anziché eliminare le erbacce strappandole o utilizzando prodotti chimici, si impiegano dei lanciafiamme, trasportati tra i filari solitamente con un trattore. Quello che non si sapeva ancora, almeno in passato, era come utilizzare il fuoco con la massima efficacia, un problema che in agricoltura biologica è molto sentito.

Dopo anni di messa a punto gli esperti si sono accorti che non serve carbonizzare una pianta per eliminarla, basta che il calore sia applicato un tempo sufficiente a provocare un danno cellulare. In gergo tecnico viene definita come «slow kill», dove le cellule strutturali vengono distrutte inducendo la pianta a cessare la fotosintesi. A questo punto le erbacce non sono più in grado di procurarsi il nutrimento necessario per sopravvivere e anche le radici cominciano a morire.

Nell’arco di qualche tempo le erbacce tra i filari sono morte, senza la necessità di impiegare alcun prodotto chimico. Per questo motivo la tecnica del lanciafiamme è così apprezzata nell’agricoltura biologica, permettendo un lavoro di eliminazione preciso e a basso impatto ambientale, escludendo il carburante bruciato per alimentare il fuoco.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.