AmbienteEcologia

Penny Market punta sul biologico contro lo spreco alimentare

Penny Market scommette sul biologico per la lotta allo spreco alimentare. Una filosofia che mira a ripensare la filiera verso un modello più sostenibile.

La scommessa di Penny Market sul biologico contro lo spreco alimentare si contestualizza in una discussione più ampia che ha coinvolto la catena di supermercati, l’Osservatorio Food Sustainability del Politecnico di Milano e il Banco Alimentare. I dati parlano di una situazione critica con 5,1 milioni di tonnellate di cibo sprecato, l’equivalente del 15% circa dei consumi alimentari annui.

Penny Market spreco alimentare

Penny Market: biologico e lotta allo spreco

Quanto emerge dal confronto è una situazione critica a livello sistemico, in cui lo spreco alimentare si inquadra come un sintomo di un problema più ampio. I punti chiave individuati come critici rispetto al miglioramento della situazione riguardano l’impianto normativo e le dinamiche della filiera del cibo, a «monte» e a «valle» del distributore. Per quanto riguarda il primo aspetto si è evidenziato come azioni mirate possano dare un contributo importante alla lotta allo spreco. In tal senso la Regione Lombardia fa da scuola, con una serie di misure per il recupero degli esuberi alimentare e la promozione di una cultura contro lo spreco che mirano alla riduzione degli alimenti scartati del 50% entro il 2025.

Penny Market spreco alimentare

Per quanto riguarda il secondo punto, Penny Market, da l’esempio puntando sul biologico contro lo spreco alimentare. La catena sta lavorando per sensibilizzare sia i produttori che i consumatori, verso un rapporto più responsabile col cibo. Con la sua linea MyBio, Penny Market, da un lato sceglie prodotti coltivati in maniera sostenibile e commercializzati con un packaging ecosostenibile; dall’altro lavora per indirizzare la clientela nella direzione di alimenti più naturali, di cui si tenga conto più della sostanza che dell’apparenza. La scelta di Penny Market del biologico come arma nella lotta allo spreco alimentare, se darà i suoi frutti, potrebbe risultare un esempio virtuoso a cui ispirarsi, per tutelare sia l’ambiente che i consumatori, e ridare al cibo il valore che merita.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.