AttualitàItinerari

Motori: la jeep da safari alimentata da pannelli solari

Un produttore di yacht superlusso ha creato appositamente per il Maasai Wilderness Conservation Trust un mezzo 100% elettrico con i pannelli sul tettuccio

Safari sì, ma ecologico. Lo potranno fare i visitatori che in futuro decideranno di vivere l’esperienza di ecoturismo di lusso del Maasai Wilderness Conservation Trust (MWCT), un fondo che sostiene e porta avanti una serie di programmi per proteggere la natura dell’Africa orientale e il popolo Maasai. Oltre a una serie di alloggi ecofriendly, d’ora in avanti la comunità che accoglie i turisti potrà contare su una nuova jeep completamente elettrica per le escursioni nella savana. E alla ricarica ci penserà il sole.

Un produttore di yacht superlusso ha creato da zero una jeep da safari alimenta da pannelli solari montati sul tettuccio

Com’è nato il mezzo

Il mezzo, realizzato appositamente per il MWCT, è infatti alimentato da pannelli solari montati sulla sua struttura. È stato donato da Sunreef Yachts, cantiere navale specializzato in imbarcazioni superlusso alimentate ad energia solare. Il progetto è stato promosso e seguito da vicino dal presidente della società, Francis Lapp, appassionato degli sport motoristici, a tal punto da partecipare a gare a bordo di fuoristrada customizzati in prima persona.

Le caratteristiche

La squadra dei meccanici e il team ricerca e sviluppo di Sunreef Yachts hanno così declinato la tecnologia green usata sugli yacht alla macchina, un Land Rover Defender acquistato appositamente in Inghilterra per il progetto. Il mezzo è stato equipaggiato con un motore elettrico all’avanguardia, alimentato da una potente batteria che a sua volta è ricaricata dai pannelli solari montati al posto del tettuccio. Anche i finestrini sono stati rimossi per una jeep molto aperta.

La proposta di ecoturismo

L’ideale per immergersi in quell’ecosistema delicato che il MWCT cerca di tutelare anche con proposte di turismo responsabile e attento all’ambiente che coinvolgono la stessa comunità Maasai. Nella tariffa giornaliera che paga ogni visitatore è inclusa una tassa per la conservazione dell’ambiente locale e il 95 percento dello staff è Maasai. A Campi ya Kanzi, nel Kenya meridionale, i turisti possono soggiornare in esclusivi chalet con vista Kilimanjaro, dotati di tecnologie per una vacanza a zero emissioni: l’acqua a uso domestico è quella della pioggia e viene scaldata grazie ai 72 pannelli  solari che alimentano l’intera struttura; il cibo, invece, è cucinato usando del carbone ecofreindly.

La nuova jeep elettrica renderà l’esperienza di un safari in questo territorio ancora più green. “La definizione di turismo responsabile che il Fondo promuove – ha detto Francis Lapp – è unica nel suo genere e Sunreef Yachts condivide la stessa filosofia. Essere leader nel ramo degli yacht sostenibili ci dà le motivazioni di mettere a disposizione le nostre conoscenze e il nostro know how di partner che sono d’ispirazione. La tecnologia Sunreef Yachts Eco studiata per le imbarcazioni ora è applicata su un’auto elettrica. Sono felice di essere testimone di questa evoluzione e penso che condurrà a progetti ancora più entusiasmanti”.

blank
Giornalista, ex studente della Scuola di Giornalismo Walter Tobagi. Osservatore attento (e preoccupato) delle questioni ambientali e cacciatore curioso di innovazioni che puntano a risolverle o attenuarne l'impatto. Seguo soprattutto i temi legati all'economia circolare, alla mobilità green, al turismo sostenibile e al mondo food