AttualitàLifestyle

Michael Jackson a tavola: inside story tra genio e capriccio

La pop star Michael Jackson aveva delle abitudini molto particolari a tavola e, ancora oggi, circolano diverse storie riguardo ad alcuni episodi sopra le righe tra genio e capriccio.

Michael Jackson, la leggenda del pop, aveva delle abitudini molto particolari a tavola. Venuto a mancare nel 2009, la star ha lasciato dietro di sé un numero impressionante di successi musicali, assieme ad alcune storie molto particolari riguardo alla sua dieta, ai suoi cibi preferiti e ai suoi chef personali. Alcune di queste vicende sono confermate senza ombra di dubbio, altre rimangono ancora avvolte nel mistero, ma è quasi certo che non dovesse essere un’operazione troppo semplice preparare da mangiare alla star Michael Jackson.

michael jackson tavola

Michael Jackson è stato vegetariano?

Un primo mistero da affrontare, nel rapporto tra Michael Jackson e il cibo, era la sua passione/avversione per le verdure. Secondo diverse fonti la pop star, fin dalla tenera età, sarebbe stata vegetariana e molto, molto schizzinosa, al punto da rendere molto difficile la vita di chi doveva pensare a farlo mangiare. Una delle prime testimonianze a riguardo è di Remi Vila Real, una cuoca brasiliana la cui cucina era adorata da Michael Jackson. Fu lei a cucinare per lui in diverse occasioni, piatti vegetariani ispirati alla sua cucina locale, e, qualcuno suggerisce, a convincerlo a collaborare con Quincy Jones.

michael jackson vegetariano
Foto di M Jackson Truth

È la stessa chef a raccontare un episodio particolarmente interessante: dopo aver cucinato per la star in diverse occasioni, una sera Remi Vila Real ricevette una telefonata. Doveva salire immediatamente su una limousine fuori casa, l’unica cosa che sapeva la donna è che centrava Michael Jackson. Portata in un lussuoso edificio a Beverly Hills, le fu detto che avrebbe dovuto prendere immediatamente un aereo per volare fino a raggiungere la leggenda musicale durante il suo Victory tour. Il cantante infatti era da giorni preda di un forte mal di stomaco e si rifiutava di proseguire se non fosse stata Remi Vila Real a preparargli da mangiare. La cuoca dovette seguirlo nel suo tour per 8 settimane, conoscendo la sua famiglia e i suoi amici.

michael jackson con remi vila real
Un giovane Michael Jackson con Remi Vila Real, alla sua sinistra

Questa storia evidenzia due punti del rapporto tra Michael Jackson e la cucina: era molto puntiglioso su cosa voleva mangiare, e amava la cucina vegetariana. Quello che stona con questa storia sono molte altre testimonianze, che lo vorrebbero un grande amante del pollo fritto, al punto da considerare la catena di fast food KFC come una delle sue preferite. Un’altra catena a cui era particolarmente affezionato è Subway, ma non si faceva mancare nemmeno McDonald’s, dove diversi testimoni lo hanno visto recarsi con i figli.


Gli strani gusti di Michael Jackson

La sua nutrizionista privata, la dottoressa Cherilyn Lee, racconta che nel suo ultimo periodo di vita mangiava praticamente esclusivamente trail mix, ciotole di snack variegati tra cui frutta secca, cioccolato, caramelle, muesli. Il resto della sua alimentazione era quasi esclusivamente liquida, fatta di succhi, centrifugati e frullati. Un altro aspetto particolare di Michael Jackson e il suo rapporto con il cibo ha a che fare con il compleanno: per un lunghissimo periodo di tempo non lo ha festeggiato, perdendo completamente interesse per le annesse torte, almeno fino al 1987.

Nonostante in molti sostengano che la pasta non era assolutamente tra i piatti preferiti di Michael Jackson, sembrerebbe che la pizza lo fosse, e anche parecchio. Per riuscire a proporre una dieta equilibrata, nel periodo in cui stava creando uno dei suoi capolavori, Thriller, la sua chef gli preparò una pizza con melanzana giapponese e funghi shitake, una combinazione che alla star piacque moltissimo.

TOPIC musicavegvip
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.