AmbienteAnimaliAnimali selvatici

Lontre marine: le insospettabili preziose alleate del clima

Le lontre marine si stanno dimostrando preziosissime per ecosistemi e clima e, sebbene non manchino le polemiche, comprenderlo in fretta è vitale.

Un recente studio ha analizzato il ruolo delle lontre marine all’interno degli ecosistemi e le ha presentate sotto una luce completamente nuova. Questi animali unici svolgono, infatti, un’azione determinante per il mantenimento dell’equilibrio, ma sono anche preziosi alleati nella lotta al cambiamento climatico. Il loro contributo al sequestro del carbonio è altissimo e, anche se non mancano le lamentele, oggi la loro tutela appare una priorità.

lontre marine

Le lontre marine:

Le lontre marine hanno caratteristiche uniche. I maschi raggiungono 45 kg di peso per 1.5 m di lunghezza. La loro pelliccia è la più pelosa del mondo animale, con una densità pari a 140.000 peli al cm2. A causa dell’assenza dello strato di grasso che caratterizza molte specie di mammiferi marini, le lontre mangiano ogni giorno l’equivalente di un quarto del proprio peso corporeo. Ciò permette loro di contrastare il freddo. Esse un tempo erano diffuse lungo tutta la costa del Pacifico Settentrionale, ma tra ‘700 e ‘800 i cacciatori le hanno decimate. Oggi la popolazione è in aumento, ma 4.000 km di territori storicamente abitati da tali mammiferi ne rimangono privi e la specie resta a rischio.

Lontre marine e clima:

Il ruolo delle lontre marine appare oggi cruciale. La loro presenza garantisce, infatti, la salute delle foreste di alghe kelp. Con la loro voracità le lontre impediscono la proliferazione dei ricci di mare, devastanti per questi straordinari ecosistemi. Le alghe prosperano, assorbendo più CO2, e, poiché non vengono trascinate alla deriva in superficie, non la disperdono nell’atmosfera decomponendosi. La biodiversità ne trae giovamento e il carbonio immagazzinato nei fondali marini aumenta considerevolmente. Una ricerca del 2012 ha mostrato che una zona di 51.551 km2 abitata da lontre marine può sequestrare tra 4.4 e 8.7 milioni di tonnellate di carbonio. Ciò supera la quantità di emissioni di un milione di auto in un anno.

Preziose alleate:

Le lontre marine sono importanti alleate nella lotta al riscaldamento globale. Il loro impatto sulla pesca è, però, altissimo e spesso operazioni commerciali e comunità locali possono subire gravi danni. È necessario, allora, tracciare un bilancio.  Un recente studio ha, infatti, dimostrato che il valore dei sevizi a ecosistemi e ambiente svolti dalle lontre marine, supera quello delle perdite dovute alla pesca. Oggi il prezzo di una tonnellata di carbonio nel European Carbon Exchange è, poi, di 71 $. Ciò conferisce alle lontre un ruolo di rilievo anche in ambito economico. Alcuni ricercatori propongono dunque d’indennizzare i pescatori con i profitti ottenuti in tale mercato.

Pensare alle lontre marine come a elementi chiave nella lotta al cambiamento climatico non può che apparire strano. La natura ci dimostra che ogni tassello si colloca nel mosaico in modo unico e perfetto. Da “animali razionali” quali dovremmo essere, evitare di perdere la battaglia, sabotando in autonomia i nostri migliori guerrieri, appare quantomeno sensato.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.