AttualitàLifestyle

Le novità della guida Michelin in Francia

La guida Michelin in Francia ha visto molte novità in questa edizione, sia negative che positive, con una bellissima terza stella dello chef italo-argentino Mauro Colagreco.

La nuova edizione della guida Michelin in Francia si apre con un alcune importanti novità. Tra sconfitti famosi e nuovi tre stelle di pregio, sembra che la Rossa quest’anno sia ricca di colpi di scena. Come quello portato a casa da Mauro Colagreco, uno chef italo-argentino che è riuscito a conquistare la terza stella, ma anche cuochi delusi e misteriose ricomparse. Quel che è certo la Francia rimane saldamente al primo posto nel mondo per numero di ristoranti stellati, e quest’anno il numero aumenta ancora.

novita guida michelin francia

Un anno record per la guida Michelin in Francia

Gwendal Poullennec, direttore internazionale della guida Michelin, ha sottolineato come quest’anno per la Rossa in Francia sia stato particolarmente propizio: non c’è mai stato un numero così alto di nuovi ingressi stellati.

Secondo Poullennec ci dovremmo trovare in questo momento, in un periodo di grande successo per la cucina francese, tanto in evoluzione quanto legata a salde tradizioni. Stiamo parlando di 68 nuovi ristoranti stellati, 18 dei quali a Parigi.

record guida michelin

Del resto la storia della guida Michelin in Francia ha oltre un secolo, lì è nata e lì si registra il numero più alto di ristoranti stellati nel mondo, superando l’Italia che si mantiene al secondo posto con quasi il doppio dei locali, oltre 600.

LEGGI ANCHE: La storia della guida Michelin

I nuovi tre stelle Michelin

Quest’anno in Italia a guadagnare la terza stella Michelin è stato Mauro Uliassi, ma in Francia c’è stata una doppietta: il primo a salire sul palco emozionato è stato Laurent Petit, chef del ristorante Le Clos des Sens. Sono oltre vent’anni che guida la brigata nello storico locale e questo ambitissimo riconoscimento incorona una carriera di successi.

LEGGI ANCHE: Mauro Uliassi: ristorante e cucina dello chef tre stelle Michelin

D’altra parte la sorpresa più gradita, ammettiamolo, con un giudizio un po’ di parte, è stata quella di Mauro Colagreco, chef italo-argentino impegnato nella cucina del Mirazur. Una premiazione che, secondo gli esperti del settore, non era nei pronostici e sembra aver sorpreso un po’ tutti.

mauro colagreco

Chi ha perso la stella Michelin in Francia

Se sono state molte le soddisfazioni per la guida Michelin in Francia è anche vero che qualche chef ha perso delle ore di sonno. Pascal Barbot, rinomato chef dell’Astrance, si è visto portare via la sua terza stella, stessa sorte che è toccata allo chef Marc Haeberlin, dell’Auberge de l’Ill, che manteneva la sua terza stella da oltre 50 anni.

Un destino simile ha colpito Marc Veyrat, che solamente l’anno scorso aveva ricevuto la terza stella, per poi doverla restituire quest’anno. Non è mancato anche un po’ di mistero: la Maison Bras, che aveva rinunciato alle sue stelle l’anno scorso ed era stata tolta dalla guida, fa la sua ricomparsa in questa edizione, lasciando perplessi lo chef e il proprietario del ristorante.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.