AmbienteEcologiaLifestyle

La prima e unica scuola ufficialmente vegan

Negli Stati Uniti ha aperto nel 2006 la scuola pensata da Suzy Amis Cameron, moglie del famoso regista. Un progetto che vuole affrontare le sfide ambientali del nuovo secolo partendo dalle nuove generazioni.

Si chiama Muse ed è una tra le prime scuole «green» ad aprire i battenti al mondo, per la precisione negli Stati Uniti. L’idea è stata di Suzy Amis Cameron, un’attivista ambientale molto impegnata in diversi ambiti. L’idea è quella di ridurre al minimo i rifiuti, disponendo in primis di aree per il compostaggio, assieme ad orti educativi e spazi in cui i bambini possono fare amicizia con gli animali. E l’anno scorso è stata la prima scuola a diventare interamente vegana.

Pranzo vegetariano

Pur sempre una scuola

Gli studi non vengono certo presi sottogamba: i ragazzi affrontano materie come arte e design, ma anche letteratura e comunicazione, senza dimenticarsi della matematica. La tecnologia viene affrontata in ottica verde, con lo scopo di conservare per quanto possibile il pianeta. Le preoccupazioni che questi bambini dovranno affrontare da grandi sono quelle che caratterizzeranno l’intero ventunesimo secolo probabilmente: crisi alimentare, cambiamenti climatici e sovrapopolazione. Perché non prepararsi per tempo?

La prima e unica scuola ufficialmente vegana

Gli onnivori potranno sostenere fino alla fine dei tempi che una dieta comprensiva della giusta quantità di carne sarebbe sostenibile, ma allo stesso tempo una scelta vegana può avere un impatto praticamente nullo sulle emissioni, tanto più se il cibo consumato e per quanto possibile coltivato a km0. Ed è proprio per questo che la fondatrice ha voluto passare ad una alimentazione completamente vegana.

La scelta vegana

«Stiamo gradualmente inserendo un menu a base vegetale, perché siamo una scuola ambientale. Entro il prossimo anno e mezzo, saremo 100% vegan – ha spiegato la fondatrice un paio di anni fa – Ciò su cui è stato davvero importante aprire gli occhi è la connessione tra cibo e ambiente. Il cibo è un argomento molto delicato per tante persone, che hanno le loro ragioni culturali per mangiare la carne, le loro ragioni tradizionali, le loro simpatie e antipatie.»

La scelta vegana

Così l’anno scorso la Cameron è effettivamente riuscita a trasformare la mensa della scuola ufficialmente nel «Greenest Restaurant in the World» – il più verde ristorante del pianeta – con energia elettrica esclusivamente da rinnovabili. L’esclusione di carne, pesce, formaggio e uova ha ulteriormente abbassato i consumi e l’impatto ambientale.

Fonti: thealternativepress.com – nationswell.com – huffingtonpost.com – greenme.it

TOPIC vegan
Matteo Buonanno Seves

Un giovane laureato in Scienze Gastronomiche con la passione per il giornalismo e il mai noioso mondo del cibo, perennemente impegnato nel tentativo di schivare le solite ricette e recensioni in favore di qualcosa di più originale.