AmbienteRinnovabili

La prima strada che ricarica le auto elettriche si chiama eRoadArlanda

Ha aperto in Svezia eRoadArlanda, la prima strada che ricarica le auto elettriche mentre sono in viaggio. Il Paese si prepara a dire addio ai combustibili fossili per le sue vetture.


La Svezia inaugura la prima strada al mondo in grado di ricaricare le auto elettriche, un progetto chiamato eRoadArlanda che vede l’applicazione di una tecnologia recente su una scala mai vista prima. Del resto per una nazione che si prefigge l’eliminazione del 70% del settore trasporti entro il 2030, questo è un passo del tutto naturale. Una «ricarica dinamica» in grado di capire quale veicolo si sta muovendo sulla carreggiata.

La prima strada che ricarica le auto elettriche: si chiama eRoadArlanda

Una strada tecnologica

Il costo sarà di un milione di euro a chilometro e sfrutterà uno speciale gancio removibile attaccato sul fondo del veicolo in grado di inserirsi su speciali binari immersi nell’asfalto: quando avviene il collegamento la corrente passa dalla strada alla batteria della macchina, ricaricandola.

Per ora la tecnologia è ancora in fase sperimentale, pertanto potrà alimentare esclusivamente i camion del servizio postale svedese per un tratto di 2 chilometri. Il sistema è in grado di riconoscere il veicolo specifico e valutarne i consumi anche sul lungo termine. D’altra parte le sezioni, di circa 50 metri l’una, sono indipendenti l’una dall’altra e si accendono e spengono a seconda della presenza dei veicoli, così da evitare sprechi.

La prima strada che ricarica le auto elettriche: si chiama eRoadArlanda

Durante i sorpassi il braccio di disconnette automaticamente, evitando di vincolare il mezzo di trasporto, e la corrente si attiva esclusivamente quando questo è in movimento, per evitare pericolosi accumuli di energia. Se l’esperimento funzionerà si passerà a elettrificare i restanti 20.000 km di autostrade svedesi, in modo da sopperire al più grande svantaggio finora riscontrato nei veicoli elettrici: la scarsa autonomia.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.