CulturaLifestyleStoria

La Notte dei Ravanelli messicana, la strana tradizione di Natale

La tradizione della Notte dei Ravanelli messicana, tipica della città di Oaxaca, affascina persone del posto e non da oltre un secolo. E diventa sempre più famosa.

Nella cultura messicana la Notte dei ravanelli – o Noche de Los Rábanos – è una tradizione legata al Natale, nonostante non abbia un significato strettamente religioso. Si basa su un’antica pratica dei contadini, che erano soliti scolpire dei ravanelli per attirare l’attenzione dei clienti, Nel tempo questa pratica si è trasformata in una competizione tipica della città di Oaxaca e il tema delle sculture si è concentrato sulla natività. Per questo oggi è considerata una tradizione del Natale messicano.

notte dei ravanelli

Com’è nata la Notte dei Ravanelli

Il vero protagonista di questa tradizione è il ravanello, una pianta portata dagli spagnoli quando si insediarono in quelle terre, tra 1600 e 1700. In particolare, vicino alla città di Oaxaca, le coltivazioni di questo ortaggio ebbero un enorme successo, nonostante la zona fosse famosa per l’intaglio del legno. Qualche contadino ebbe l’idea, in occasione dei più importanti mercati della regione, di intagliare i propri ravanelli in modo da catturare l’attenzione di possibili clienti.

notte ravanelli

Nell’arco di due secoli i contadini che si raccoglievano in città avevano trasformato una trovata commerciale nella Notte dei Ravanelli, un evento che prevede tutt’oggi una competizione ufficiale. Nel tempo poi si è anche rafforzato il contesto natalizio e la maggior parte delle raffigurazioni rappresentano scene della natività. Normalmente gli artisti non si limitano ad utilizzare un solo ortaggio, ma ne combinano moltissimi per raggiungere dimensioni anche impressionanti. Oggi si utilizzano anche fiori secchi e altre verdure per rendere ancora più affascinanti le creazioni.

Il vero problema è che queste opere d’arte non sono permanenti: durante la notte dei ravanelli le persone formano lunghe code per poter osservare l’abilità degli artisti, che però si esibiscono solo il 23 dicembre. Per questo motiva si sta valutando se aggiungere all’esibizione qualche altra giornata, in modo accogliere tutti i possibili turisti.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.