AmbienteCultura

La felce arborea è la pianta più antica vivente sulla Terra

Sono piante dalle caratteristiche straordinarie presenti sulla Terra da oltre 300 milioni di anni ancora prima della venuta dei dinosauri

La felce arborea è la pianta più antica vivente sulla terra tanto che esisteva già nel periodo carbonifero che va da 300 a 360 milioni di anni fa. La felce arborea è una pianta che può essere erroneamente considerata un albero o una palma ma che non rientra nella categoria degli alberi dal punto di vista botanico poiché non è caratterizzata da un fusto legnoso.

Felce arborea

LEGGI ANCHE: I 5 alberi viventi più vecchi del mondo

La felce arborea è la pianta più antica vivente sulla Terra. Le felci arboree sono piante dotate di tronchi non legnosi che possono raggiungere anche altezze fino a 15 metri, anche se la loro crescita è estremamente lenta, pari a circa 30 millimetri all’anno. Il fatto che il fusto non sia legnoso fa si che la felce arborea non possa essere considerata facente parte della famiglie degli alberi. La felce arborea è una pianta estremamente resistente, infatti esiste sul pianeta Terra da oltre 300 milioni di anni, nel periodo carbonifero, prima del mesozoico.

La felce arborea ha senza dubbio rafforzato la sua capacità di adattamento nei milioni di anni, infatti anche oggi, è sempre la prima forma di vita vegetale che riesce a riprendersi dopo i grandi incendi che stanno colpendo le foreste del pianeta. Un aspetto particolare a sostegno del fatto che la felce arborea sia la pianta più antica vivente sulla Terra è che la sua riproduzione non avviene tramite semi ma attraverso la diffusione nell’ambiente di spore dai caratteri primitivi. La felce arborea è anche tra le responsabili della creazione dei grandi bacini di combustibili fossili ora sfruttati dall’uomo per il suo sviluppo industriale e produttivo. La felce arborea è da sempre una ricca fonte di cibo grazie alla polpa presente all’interno del suo fusto, tanto che gli aborigeni delle foreste australiane negli anni hanno usufruito della felce arborea anche come importante fonte di nutrimento. All’interno del fusto, grazie alla sua tenacia, è trattenuta anche molta umidità che è anche il motivo per il quale la felce arborea resiste più a lungo agli incendi boschivi rispetto ad altre piante.

La felce arborea è la pianta più antica vivente sulla Terra e seppure sia una pianta molto resistente sia agli incendi sia ai cambiamenti climatici è comunque anch’essa vittima delle azioni distruttive dell’uomo che attraverso politiche di disboscamento sta eliminando con noncuranza anche felci arboree viventi sulla Terra da decine di secoli.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.