AttualitàLifestyle

Gli influencer pagano doppio! L’idea di un food truck a Los Angeles

A Los Angeles gli influencer pagano il doppio per un gelato, l’idea provocatoria di Joe Nicchi, proprietario di un food truck specializzato proprio nel cremoso dolce ghiacciato.

L’idea di far pagare un cono il doppio del suo costo originale a tutti gli influencer è nata da Joe Nicchi, proprietario del CVT Soft Serve, uno food truck dedicato proprio al gelato. Sembra che l’imprenditore ce l’abbia particolarmente con i «vip» di Instagram, colpevoli di aver chiesto spesso coni gratis, in cambio di un po’ di visibilità. Ma Nicchi non è stato al gioco e la sua iniziativa sta facendo il giro del mondo.

influencer pagano doppio

Come diventare famosi andando contro gli influencer

La goccia che ha fatto traboccare il fatidico vaso, in questo caso la pazienza di Joe Nicchi, è stata una richiesta arrivata qualche settimana fa: gli è stato chiesto di servire gelati ad un party, uno di quelli «giusti», dive sarebbero stati presenti diversi influencer di spicco del mondo dei social network. Un’occasione d’oro per farsi un po’ di pubblicità, no? Peccato che in cambio dell’invito gli è stato chiesto di presentarsi e lavorare gratis all’evento. Una richiesta ancora più assurda se si pensa che il food truck CVT Soft Serve di Joe Nicchi ha servito personaggi come Brad Pitt e Mike Tyson.

Secondo gli organizzatori le foto del furgone e dei suoi gelati sarebbero potute finire davanti agli occhi di oltre 10 milioni di persone, ma non è stato sufficientemente allettante come scenario. È vero che Joe Nicchi è anche un attore impegnato a Los Angeles, e lui stesso ammette che la pubblicità è sempre utile, ma chiedere di lavorare gratis non è mai una buona idea.

Da quel momento Nicchi non ci ha visto più: stanco delle richieste di sconti da parte degli influencer ha stampato un cartello in cui rendeva ufficiale il suo piano: gli influencer avrebbero pagato doppio al suo food truck. Ovviamente c’è stato anche lo scatto di rito, caricato su Instagram, e da qui è cominciata la parte incredibile della storia: nell’arco di qualche ora la sua foto è diventata virale, condivisa da centinaia di persone e la sua storia ha fatto in 24 ore il giro del mondo, finendo sulle testate di diverse nazioni. Alla fine, senza nemmeno bisogno degli influencer, il food truck di Joe Nicchi ora è conosciuto in ogni angolo del globo.

Matteo Buonanno Seves
Un giovane laureato in Scienze Gastronomiche con la passione per il giornalismo e il mai noioso mondo del cibo, perennemente impegnato nel tentativo di schivare le solite ricette e recensioni in favore di qualcosa di più originale.