AnimaliAnimali domestici

Il nuovo trend della cannabis per animali

La cannabis per animali potrebbe presto diventare una realtà diffusa. Le proprietà positive del CBD sembrano mantenersi anche su cani e gatti, aprendo a nuove opportunità.

È bene specificare subito che quando si parla di cannabis per animali non si stanno considerando i derivati con effetto psicoattivo, bensì i prodotti con una certa percentuale di cannabinoidi. Nell’uomo la loro efficacia pare non lasciare dubbi e anche negli animali i presupposti sembrano positivi.

cannabis per animali

A cosa serve la cannabis per animali

Molti prodotti medici e non efficaci sugli umani funzionano perfettamente anche sugli animali (probabilmente in dosi diverse). Basta chiedere al proprio veterinario di fiducia che non mancherà di confermare la doppia efficacia di alcuni farmaci per esempio. Detto questo sulla cannabis nessuno si era ancora espresso ufficialmente, tant’è che sono stati proprio alcuni proprietari a fare – con un po’ di incoscienza – qualche esperimento. I soggetti? Animali malati di tumore o, per esempio, altri affetti forti condizioni di ansia.

a cosa serve cannabis per animali

Tra le soluzione più usate, qualche goccia di olio di CBD. Come nell’uomo gli effetti si sono dimostrati decisamente buoni, placando: dolore, stress, ansia e stimolando l’appetito. Il numero di queste osservazioni, col boom della cannabis legale e dei suoi derivati, è cresciuto esponenzialmente. Questo fa sembrare molto campato per aria l’idea di un mercato di prodotti alla cannabis per animali. Naturalmente privi della componente psicoattiva e pensati per sfruttare i benefici dei soli cannabinoidi. Le premesse ci sono tutte, non resta che attendere che siano gli esperti ad esprimersi in modo inequivocabile. Ad ogni modo, la cosa migliore prima di somministrare qualunque sostanza ai vostri animali, rimane quella di consultare il proprio veterinario di fiducia.

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.