AmbienteEcologia

I giganti del petrolio sapevano del cambiamento climatico già 30 anni fa

Lo stato di New York sostiene che i giganti del petrolio erano consapevoli del cambiamento climatico già da 30 anni, ma nessuno di loro ha mai voluto affrontare la questione direttamente.

Può sembrare paradossale, ma c’è stato un momento in cui i giganti del petrolio erano consapevoli del cambiamento climatico indotto dai combustibili fossili. Non solo ne erano a conoscenza, ma erano i più competenti in materia, avendo finanziato molteplici studi sull’argomento. L’aspetto che fa più impressione è che alcune scelte fatte da queste società prendevano in considerazione anche conseguenze del cambiamento climatico, come l’innalzamento dei mari.

giganti petrolio cambiamento climatico

Cosa sapevano i giganti del petrolio

Secondo Inside Climate News alcune delle principali società legate all’estrazione del petrolio sarebbero state consapevoli del cambiamento climatico addirittura nel 1982, avendo per altro finanziato direttamente alcuni studi sull’argomento. Allo stesso tempo avrebbero sottovalutato il problema intraprendendo scelte che hanno messo in pericolo gli investitori, motivo per cui lo stato di New York si sarebbe mosso per via legali.

Alcuni di questi giganti del petrolio sarebbero anche accusati di aver fatto pressioni al governo statunitense, durante diverse presidenze, in modo da ammorbidire le posizioni ambientaliste. Per raggiungere questo scopo le società avrebbero, secondo Inside Climate News, intorbidito le acque attorno alle prove dell’impatto ambientale dei combustibili fossili. Si parla addirittura di disinformazione, che raggiunge soglie particolarmente assurde quando si pensa ad alcune scelte strategiche intraprese da questi giganti.

Se da una parte le società specializzate minimizzavano i rischi legati al cambiamento climatico, dall’altra sembravano consapevoli dei suoi possibili effetti: secondo diverse fonti alcune piattaforme petrolifere sarebbero state costruite tenendo presente l’innalzamento dei livelli del mare. Va detto però a riguardo che c’è un ampio dibattito in merito a questo specifico punto, essendo diversi modelli di piattaforme, per fare un esempio, galleggianti.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.