AnimaliAnimali selvatici

Gli unicorni esistevano ed erano orrendi

E abbiamo anche i fossili per dimostrarlo. Per anni abbiamo pensato che questa cavalcatura fosse solo una trovata di fantasia, ma potremmo esserci sbagliati.

Gli unicorni hanno fin dall’antichità popolato l’immaginario di molti popoli. Si pensa che l’origine della leggenda sia da attribuire alla cultura asiatica, anche se è possibile che la vera diffusione di questo fantastico animale sia avvenuta quasi esclusivamente nel Medioevo. Sappiamo però che solo qualche millennio fa animali molto simili – fino ad un certo punto – al nostro immaginario di unicorni pascolavano le lontane steppe siberiane, e oggi abbiamo dei fossili per dimostrarlo.

Gli unicorni esistevano ed erano orrendi

Tra rinoceronte e cavallo

29.000 anni fa, secondo uno studio pubblicato dall’American Journal of Applied Sciences, la Siberia era abitata da mammiferi molto più grandi di quelli a cui siamo abituati oggi, quel gigantismo di cui vi avevamo raccontato parlando dell’origine degli avocado. Tra questi c’era anche l’imponente Elasmotherium, un animale che oggi definiremmo una sorta di incrocio tra un cavallo e un rinoceronte.

Tra rinoceronte e cavallo

Stiamo parlando di un animale che poteva arrivare ai 2 metri di altezza per 6 di lunghezza, con il corno che da solo poteva superare tranquillamente il paio di metri. Tutte informazioni che hanno trovato conferma gli scorsi anni proprio grazie ad alcuni fossili trovati dai ricercatori che hanno redatto lo studio. Alcune illustrazioni poi, tra cui quella riportata appena qui sopra, fanno intuire la somiglianza, anche se parecchio distante dal nostro immaginario comune di unicorno.

Un rinoceronte peloso

Del resto la possibilità che questo animale della fantasia fosse stato ispirato da esemplari di rinoceronti ha delle basi: lo stesso Marco Polo descrive nei suoi diari di aver incontrato un unicorno, parlando di tratti che oggi noi ricollegheremmo immediatamente al rinoceronte di Giava. Esiste però una teoria ancora più triste: nelle rappresentazioni medievali gli unicorni erano spesso rappresentati con ogni zoccolo leggermente diviso a metà e una sorta di barba. Caratteristiche delle capre più che dei cavalli, che potevano nascere con una rara malformazione e avere un solo corno. Noi continuiamo a preferire la versione con il rinoceronte antico e gigante, che comunque è più dignitosa.

Fonti: goodhousekeeping.com – wikipedia.org – mitiemisteri.it

TOPIC unicorno
REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.