AmbienteEcologia

Eco-wedding: da dove partire per organizzare un matrimonio sostenibile

Dalla scelta dei luoghi, alle fedi, dal vestito al cibo vi guideremo alla scoperta di tutto quello che è necessario per pianificare un eco-wedding.

Che siate fidanzati, parenti o amici dei futuri sposi, tutti prima o poi ci occupiamo di organizzare o dare una mano per i preparativi delle nozze. Volete ideare qualcosa di veramente speciale? Stiamo parlando di organizzare un eco-wedding che non solo sarà più leggero e sostenibile per voi (e le vostre tasche), ma anche indimenticabile per gli invitati e soprattutto rispettoso della natura che ci circonda e ci ospita.

eco-wedding

Da dove partire? Se state cercando random informazioni vi diamo subito una buona notizia. Per darvi le prime fondamentali indicazioni, vi guideremo passo passo, per qualche settimana, per svelarvi tutti i segreti del pianificare un evento eco chic memorabile per il grande giorno. Andremo alla scoperta di tutto quello che è necessario per pianificare un eco-wedding, matrimonio a minimo impatto ambientale.

La location

La prima decisione da cui vi consigliamo di partire riguarda il dove mi sposo, ossia le location: stiamo parlando sia del luogo dove celebrare le nozze sia di quello dove volete pronunciare il fatidico sì e il conseguente ricevimento. Anche perché altrimenti sarà difficile capire i menù, l’abbigliamento e organizzare i trasporti per il vostro eco-wedding. Primo suggerimento per il dove mi sposo: in merito alla celebrazione dell’eco-wedding sarebbe opportuno prediligere il Comune dove risiedono la maggior parte degli ospiti. In questo modo, riducendo i km che gli invitati dovranno percorrere, per partecipare alla vostra festa, limiterete anche le emissioni di CO2 legate agli spostamenti (rendendo anche più agevole la partecipazione alle persone care).


Fissato il luogo, punto cruciale diventa stabilire dove celebrare il rito (religioso e/o civile) e dove allestire il ricevimento, le due risposte più importanti alla domanda dove mi sposo. Sempre nell’ottica «meno Km meno emissioni» sarebbe opportuno scegliere un sito che consenta di ospitare entrambi i momenti. Sono tante, ad esempio, le dimore storiche per il vostro eco-wedding dove potrete trovare allo stesso tempo piccole e romantiche chiese e antichi saloni per il banchetto. Oppure se si vuole optare per una cerimonia civile, magari in estate, potreste decidere per un agriturismo dove poter scambiare le vostre promesse d’amore immersi nella natura e poi godervi un lauto pasto.

location eco-wedding

Attenzione agli spostamenti

Qualora, però, questo non sia possibile cercate di far in modo che le location scelte siano almeno vicine e, cosa importante, cercate di facilitare la vita ai vostri ospiti, optate per spostamenti brevi e ben organizzati. A chi, infatti, non è mai capitato di perdersi durante un corteo nuziale e finire magari nel ristorante sbagliato? O arrivare in ritardo nella spasmodica ricerca di un parcheggio? Mettere a disposizione degli invitati delle istruzioni logistiche per i percorsi migliori (o il trasporto pubblico locale) potrà evitare ad alcuni di loro un «attacco di panico» e ridurre spostamenti inutili durante il vostro eco-wedding. Per essere ancora più eco efficienti potreste organizzare per gli spostamenti un pullman o in alternativa un servizio di «car pooling» tra gli ospiti o dei taxi collettivi. Questo vi garantirà un matrimonio a tutto relax, con invitati puntuali evitando, inoltre, inutili emissioni per il Pianeta.

L’orario migliore: attenzione alla stagione

Per capire quale sia l’orario migliore per il vostro eco-wedding dovrete prendere in considerazione il periodo dell’anno in cui lo avete fissato. Se ad esempio avete preferito il periodo invernale vi consigliamo un matrimonio di mattina, in questo modo potrete sfruttare al meglio la luce del sole evitando inutili sprechi di energia elettrica. Se invece la vostra scelta ricade in periodi caldi allora l’orario migliore è il tardo pomeriggio in questo modo eviterete ai vostri ospiti di sciogliersi sotto il sole e risparmierete in aria condizionata.

Invitati che vengono da lontano?

Altra questione importante è decidere dove ospitare gli invitati che vengono da lontano per festeggiare l’eco-wedding. Anche qui l’ideale sarebbe poter disporre di una struttura vicino ai luoghi dove si svolgerà la festa. Qualora il vostro obiettivo fosse quello di avere un’organizzazione a impatto zero, o quasi, potreste cercare una location in cui oltre a celebrare il rito e svolgere il ricevimento possiate accogliere tutti gli invitati che vengono da lontano. In questo modo trasformerete il vostro eco-wedding in una festa dove tutti potranno godere della bellezza di ogni singolo momento, natura compresa.

Queste sono piccole indicazioni per rendere il vostro eco-wedding un giorno indimenticabile, ma anche una festa per il Pianeta.

blank
Giornalista ambientale, ecoblogger, social media expert e docente 2.0. È nel comitato promotore del Green Drop Award alla Mostra del Cinema di Venezia, nel direttivo della FIMA, con GreenStyle e Press Play assegna i premi ai Top Green Influencer italiani. Vincitrice, ai Macchiera Internet Awards 2018, del premio speciale ENEL come influencer dell'Economia Circolare.