AttualitàHot TopicLifestyle

Le critiche al nuovo ristorante asiatico di Gordon Ramsay

Il nuovo ristorante asiatico di Gordon Ramsay, il Lucky Cat, è stato criticato per via di una certa appropriazione culturale messa in luce da una giornalista presente all’apertura.

Gordon Ramsay ha sollevato qualche critica con il suo nuovo ristorante asiatico Lucky Cat: la giornalista di Eater Angela Hui, nella redazione di Londra, era presente ad una serata speciale organizzata per la stampa e non ha risparmiato duri colpi per lo chef più famoso d’Inghilterra. Le accuse? Appropriazione culturale e una certa confusione nell’ispirazione, spiega la giornalista, sottolineando che alla serata era l’unica asiatica presente in sala.

critiche ristorante Ramsay
Foto di Evening Standard

Le accuse al ristorante asiatico Lucky Cat di Gordon Ramsay

Sembra che tutto sia cominciato giovedì 11 Aprile con un articolo pubblicato dalla giornalista Angela Hui su Eater London, che già dall’occhiello definiva l’esperienza al Lucky Cat un episodio degno di cucine da incubo. Gordon Ramsay ha affidato la cucina di questo nuovo progetto a Ben Orpwood, appassionato di cucina asiatica e, in particolare, di tofu.

LEGGI ANCHE: Quali sono gli chef più ricchi del mondo

Ben Orpwood
Ben Orpwood con sua moglie

La serata a cui Angela Hui era stata invitata doveva essere l’occasione per presentare il nuovo locale, lo chef con la sua cucina e un format fresco e originale, attento sia alla parte gastronomica che quella dei cocktail. Il risultato però non ha affatto convinto la giornalista, che ha avuto diverse critiche da sollevare, a partire dall’ambiente, troppo buio e illuminato da «strane» lampade blu.

L’assenza di finestre o di sistemi di ventilazione, sottolineata anche da altri commensali, ha dato la sensazione che il locale non fosse inizialmente concepito per ospitare una cucina, fatto che ha contribuito a creare un’atmosfera molto cupa. La giornalista di origini asiatiche ha sottolineato come non si riuscisse a capire dal menù servito se l’ispirazione fosse giapponese o cinese, un fatto che Angela Hui ha interpretato come superficiale.

accuse ristorante gordon ramsay
Foto di Forbes

Non è dato sapere se sia una scelta o una svista, accompagnata anche da un errore sul menù, su cui plum (prugna) diventa plumb (sondare). È evidente dalle pietanze servite che c’è stato spazio anche per la cucina fusion, con un italianissimo baba servito flambé con sakè e rum.

L’aspetto che però ha infastidito di più Angela Hui è stato quello che lei definisce appropriazione culturale: era l’unica asiatica presente all’inaugurazione del Lucky Cat, locale che sembra generalizzare un po’ troppo, secondo la giornalista, sulla cultura gastronomica asiatica.

La risposta di Gordon Ramsay

Lo chef Gordon Ramsay, famoso per non reagire mai in maniera scomposta ad una recensione, ha risposto alla giornalista citandola addirittura per nome. Il cuoco star in particolare accusa Angela Hui di aver definito «token Asian wife» – da leggersi come «moglie asiatica trofeo» – la moglie dello chef Ben Orpwood.

risposta gordon ramsay
Screen grab da Instagram

Gordon Ramsay ha inoltre sottolineato come la società con cui gestisce i suoi numerosi ristoranti non abbia mai accettato episodi di razzismi e discriminazione, sotto qualunque aspetto. La risposta dello chef ha raccolto pareri diversi sui social, con utenti che lo hanno accusato di bullismo e altri che hanno invece espresso solidarietà alla moglie di Ben Orpwood. La giornalista Angela Hui, ad oggi, non ha ancora rilasciato commenti.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.