AttualitàLifestyle

Cosa sono le campane tibetane?

Quando si sente parlare per la prima volta di campane tibetane ci si immagina qualcosa la cui forma ricordi le classiche campane che siamo soliti vedere nei luoghi di culto, ma non c’è niente di più sbagliato.

Le campane tibetane sono più simili a ciotole, come testimonia il loro nome inglese, singing bowls (letteralmente «ciotola che canta») e non si suonano con un pendolo bensì con un apposito bastoncino. Ma cosa sono le campane tibetane? Qual è la loro origine? Perché si stanno diffondendo anche in occidente?


Origini delle campane tibetane

Le campane tibetane sono nate oltre 3.000 anni fa nei monasteri tibetani e si sono diffuse in occidente solo a partire dalla metà degli anni ’90 in seguito alla conquista del Tibet da parte della Cina. Secondo le fonti antiche venivano utilizzate dai monaci per favorire il contatto con la divinità: la vibrazione e il suono infatti erano in grado di stimolare tutte le cellule del corpo e portarle a un livello di consapevolezza maggiore.
Campane tibetane: cosa sono?

Le campane tibetane in origine erano composte da una lega di sette metalli diversi: l’oro collegato al Sole, l’argento collegato alla Luna, il mercurio collegato a Mercurio, il rame collegato a Venere, il ferro collegato a Marte, lo stagno collegato a Giove, il piombo collegato a Saturno. Il legame con il cosmo era tale che venivano prodotte solo in determinate fasi lunari e durante la forgiatura si era soliti pronunciare mantra specifici per conferir loro una determinata funzione.

Esistono campane tibetane di diverse dimensioni. Le più piccole vanno tenute sul palmo della mano ben aperto e suonate con l’apposito bastoncino, come un gong o facendolo ruotare esternamente appena sotto il bordo. Quelle più grandi invece vanno posate su un cuscino e possono essere suonate come un gong, con dei legnetti o per strofinamento.

Quali sono i benefici delle campane tibetane?

Oggi le campane tibetane vengono utilizzate durante sedute meditative, i massaggi, le attività di yoga o pilates, per via della loro capacità di rilassamento. Ascoltare il suono e le vibrazioni emesse aiutano a combattere lo stress e a liberare la mente. Il suono delle campane tibetane provocherebbe le stesse vibrazioni del suono OM considerato l’inno dell’universo, e per questo ritenuto da alcuni un valido aiuto per riequilibrare i sette chakra. Concludendo, occorre precisare che le campane tibetane non sono da considerarsi una terapia medica, ma solo un modo di aiutare corpo e mente ad affrontare lo stress quotidiano.

blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.