CulturaHot TopicScienza

Coltivare nello spazio? La NASA lancia un concorso

La NASA ha indetto un concorso alla ricerca di «inventori» con idee in grado di automatizzare l'agricoltura verticale e poter coltivare nello spazio.

Riuscire a coltivare nello spazio frutta e verdura è la sfida che la NASA e le altre agenzie spaziali inseguono da tempo. Se portata avanti con successo, potrebbe essere una rivoluzione in grado di cambiare completamente la vita e l’alimentazione degli astronauti e avvicinare gli uomini a missioni a lungo raggio e alla presenza di basi e insediamenti su altri corpi celesti oltre la Terra. Il tutto però parte necessariamente dall’essere in grado di produrre cibo nello spazio senza doverlo sempre portare «da casa» con grande dispendio di mezzi e denaro.

LEGGI ANCHE: La dieta degli astronauti, la NASA spiega come si mangia nello spazio

coltivare spazio nasa

L’automazione necessaria per coltivare nello spazio

Per questo motivo a NASA assieme al Fairchild Tropical Botanic Garden di Miami ha lanciato un concorso per individuare le migliori idee in grado di rendere possibile coltivare nello spazio. In particolare l’attenzione dell’agenzia spaziale è rivolta a metodi di agricoltura verticale da realizzare a bordo di velivoli e stazioni spaziali. L’obiettivo non da poco è riuscire a creare un sistema completamente automatizzato in grado di far crescere e raccogliere frutta e verdura senza alcun intervento umano.

LEGGI ANCHE: Pomodori nani e mini verdure, la NASA li coltiverà nello spazio

nasa concorso coltivare-spazio

Il concorso aperto alle scuole e ai professionisti

Il concorso NASA per coltivare nello spazio è diviso in tre categorie, professionisti, college e scuole superiori. È aperto ai cosiddetti «makers» ovvero coloro in grado di inventare nuovi o re-inventare vecchi macchinari e sistemi. Biologi, ingegneri e agricoltori residenti negli USA con una passione per la robotica e l’automazione potranno mandare i loro progetti entro il 3 febbraio 2020. Un team di ingegneri e botanici della NASA sarà quindi responsabile per la scelta delle 15 proposte più promettenti da portare ad una seconda fase finale di valutazione.

LEGGI ANCHE: 5 progetti di coltivazioni spaziali che potrebbero salvare l’umanità

coltivare spazio concorso

I vincitori di ogni categoria riceveranno quindi un contributo economico per realizzare un prototipo del loro progetto e partecipare alla conferenza 2020 Nation of Makers. Oltre ovviamente a venire considerati per una futura implementazione nelle missioni spaziali e, perché no, contribuire al futuro dell’esplorazione e della presenza umana nello spazio.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.