BambiniCultura

Cinque libri vegan per bambini da non perdere

In commercio si trovano libri vegan per bambini, opere utile per far scoprire la pratica vegana ai più piccoli, ma anche agli adulti.

Cinque libri vegan semplici, divertenti e leggeri per avvicinare i bambini al mondo senza derivati animali e riflettere, allo stesso tempo, sull’importanza e sul valore educativo della lettura per approcciarsi a temi non di immediata fruizione. Spesso sono proprio le cose più semplici a sorprenderci di più.

libri vegan per bambini
Foto: Victoria_rt @Pixabay

“Siamo Vegani!” di Anna Bean e Andere Andrea Petrlik

Cosa significa esattamente essere vegani? Cosa mangia un vegano? Perché le persone decidono di diventarlo? A queste domande rispondono gli autori con disegni vivaci e versi in rima, perfetti dai 7 ai 9 anni ma adatti anche ai bambini più piccoli. La lettura è chiara ed intuitiva, spiega cosa sia la cultura vegana ai vegani e a chi non lo è…non importa l’età! Un’occasione stimolante per riflettere anche sul lato sociale del veganismo e educare l’uomo a trattare gli animali con amore.

“T-Veg. La storia di un dinosauro vegetariano” di Smriti Prsadam-Halls e K. Manolessou

C’era una volta Reginaldo, un tirannosauro come tanti altri: ruggito potente, denti affilati e passi che riecheggiano nella giungla come tuoni. Eppure, qualcosa lo rende diverso da tutti i suoi amici…preferisce alle verdure alle bistecche! Ideale dai 4 anni in su, è impossibile non ridere mentre si leggono le avventure di questo coraggioso dinosauro. La grafica accattivante e l’immediatezza della storia aiutano il bambino a comprendere la scelta vegetariana; spiegano perfettamente cosa significa non mangiare la carne ed essere diversi ma allo stesso tempo non sentirsi tali. Un’ottima storia colorata per accettare la diversità e vederla come una risorsa e non come un limite.

“Il segreto di Tom Ossobuco” di Fulvia Degl’Innocenti e Roberto Lauciello

In via dei Cipressi 17, di un piccolo paese immaginario, c’è un gran trambusto davanti ad un negozio con la saracinesca abbassata.  Secondo gli abitanti del paese questa via porta sfortuna ed è per questo che tutte le attività commerciali chiudono. Ma Fulvia Degl’Innocenti ci dice che forse la sfortuna non esiste ed è un tale Tom Ossobuco a custodirne il segreto. La storia di questo simpatico macellaio e la sua signora ne è la dimostrazione: è nella sfortuna che hanno trovato la loro fortuna. Anche loro hanno un’attività nella via maledetta ma i loro affari vanno a gonfie vele grazie al loro prodotto: una salsiccia fatta di fagioli.
Un racconto che ha conquistato i cuori di molti bambini e adulti, proprio per il suo modo ironico e leggero di affrontare un tema in realtà così profondo e complesso: quello dell’alimentazione. Come ci insegna Tom, con tanta gentilezza, basta pregiudizi e viva la diversità!

“Il piccolo cucchiaio verde. Il primo libro di cucina vegetale per bambini” di Ruby Roth

Se cercate un libro in grado di riunire tutta la famiglia in cucina allora questo è perfetto per voi! Una lettura semplice e interattiva porterà i vostri bambini alla scoperta del mondo vegetale. Le immagini sono divertenti, le ricette facili e utile davvero per ogni età. Non mancano consigli e spiegazioni per chi è alla prime armi con la cucina vegetale, ma anche momenti per fermarsi e comprendere le scelte degli ingredienti. Con curiosità Ruby Roth introduce ai bambini il piacere di mangiare vegano e la gioia di compiere una scelta alimentare consapevole.

“Achille Vegan Boy” di Angela Susini

Achille Vegan è un piccolo eroe moderno: sogna un mondo nuovo dove gli uomini rispettano il pianeta, terra, la natura e gli animali. Il protagonista invita un’amica a pranzare con lui ad un ristorante vegano, e insieme proveranno una serie di pietanze interessanti. Una storia semplice, scritta in doppia lingua, ricca di significato con illustrazioni incantevoli in grado di stupire ogni età. Un libro che regala molti spunti di riflessione per vivere una vita senza crudeltà nei confronti degli animali, proprio grazie al punto di vista di un bambino dalla grande sensibilità. Insomma, se cercate considerazioni e consigli per conoscere meglio il mondo vegan questo racconto prezioso vi lascerà davvero a bocca aperta. Piccola chicca: Achille è ispirato al figlio dell’autrice

Cristina Morgese
Dopo aver conseguito la Laurea in Storia dell'arte e il Master in Management Museale, lavoro freelance come giornalista, copywriter e content creator. Non credo a confini già delineati, per questo mi piace oltrepassarli e trovare i fili nascosti che legano discipline diverse tra loro.