AttualitàLifestyle

Cibo e spesa a domicilio. Addio al supermercato!

Siamo ufficialmente nel secolo che ha visto fiorire abbondantemente i sistemi di e-commerce, è solo questione di tempo perché arrivino sulle nostre tavole

La natura del rapporto col cibo è cambiata incessantemente lungo tutto il corso della nostra storia, fino a arrivare alla creazione, nell’ultimo secolo, di luoghi specifici per l’acquisto di merci alimentari, i supermercati, che rappresentano oggi una delle realtà più affermate per la spesa domestica. Seppur di relativamente recente introduzione, discout e centri commerciali potrebbero trovarsi di fronte ad una terribile quanto rivoluzionaria minacci: la consegna della spesa a domicilio.

C’era una volta il fattorino

Se qualcuno, una decina di anni fa, avesse prospettato la fine della consegna di posta e cartoline, soppiantate da email e comunicazioni virtuali, di sicuro non lo avremmo considerato un folle. Eppure così non è andata, e come mai? In una parola: e-commerce. Amazon, per usarne un’altra. Ci siamo trovati di fronte la possibilità di avere sotto casa oggetti dei più disparati in un relativamente breve arco di tempo.

C’era una volta il fattorino

Dall’altra parte se ne sta la pizzeria e il suo ‘pizzaman’, fattorino della pizza, che in barba a segnaletiche e traffico ti porta a domicilio la cena fumante. Come lui, anche il ristorante cinese, magari quello che prepara sushi, la gastronomia siciliana, insomma molti si sono lanciati nel meraviglioso mondo del ‘a domicilio’.

Un punto d’incontro

Uno strano matrimonio tra queste due realtà non è poi così difficile da immaginare. Ma Amazon non si limiterebbe di certo a consegnarti una pizza, piuttosto, perché no, la spesa. Da circa un anno infatti i clienti Prime possono ordinare una spesa scegliendo tra un centinaio di prodotti tra marche nazionali e internazionali, vedendosi garantita la consegna in 24 ore. Il country manager di Amazon, François Nuyts, come riporta un articolo dell’International Business Time, ha dichiarato: “Il nostro nuovo negozio Alimentari e cura della casa è disponibile 24 ore al giorno e 7 giorni su 7.  Adesso i clienti possono acquistare migliaia di prodotti alimentari a lunga conservazione e per la cura quotidiana della casa con un click e dimenticare code e pesanti borse da trasportare.”

Un futuro automatizzato

Un futuro ‘automatizzato’

Assieme a un sempre più ampio ventaglio di opzioni tra cui scegliere si è anche andato a evolvere il panorama dei fattorini. Se da una parte Uber, la società famosa per i dissidi con i tassisti e una delle più valutate start up del pianeta, ha scelto di dedicarsi al mondo del food, anche i mezzi di trasporto stessi, presto potrebbero essere rimpiazzati da droni. UberEats dovrebbe approdare in Italia a fine agosto e promette di mettere in comunicazione gli automobilisti uber con le cucine di diversi ristoranti, in modo da consegnare a domicilio i vostri piatti preferiti.

Fonti: Ilsole24ore – Ibtimes

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.