AmbienteAttualità

Calore intrappolato dalla Terra: i dati sono allarmanti

Il calore intrappolato dalla Terra è praticamente raddoppiato e gli scenari prospettati dagli esperti non possono che generare inquietudine.

Un nuovo studio ha lanciato l’allarme sul calore intrappolato dalla Terra. Lo squilibrio energetico è marcato e le responsabilità dell’uomo sono purtroppo evidenti. A causare il fenomeno concorrono, infatti, diversi fattori, naturali e antropogenici, ma il ruolo delle emissioni è centrale. Le possibili conseguenze fanno paura e il tempo per invertire la rotta scarseggia.

calore intrappolato

Il calore intrappolato:

In uno studio pubblicato in Geophysical Research Letters alcuni ricercatori di NASA e NOAA hanno indagato sul calore intrappolato dalla Terra. Il team ha raccolto dati da diverse fonti. Ha, infatti, utilizzato, da un lato, il Clouds and the Earth’s Radiant Energy System della NASA. Poiché il 90% dell’energia termica in eccesso del pianeta viene assorbita dagli oceani, si è, poi, basato sul sistema Argo, della NOAA. Si tratta di una rete di sensori galleggianti che individuano il tasso di surriscaldamento degli oceani. I risultati hanno mostrato che tra il 2005 e il 2019 lo squilibrio termico, la differenza tra energia assorbita ed energia riflessa dal pianeta, è raddoppiato.

Le cause dei dati allarmanti:

A determinare l’aumento di calore intrappolato dalla Terra concorrono diversi elementi. Tra le cause principali gli scienziati hanno inserito le emissioni di gas serra. Esse, infatti, trattengono nell’atmosfera radiazioni che altrimenti raggiungerebbero lo spazio. Ciò innesca un effetto domino che riduce l’albedo del pianeta. I ghiacci, infatti, si sciolgono sempre più rapidamente e, poiché l’acqua evapora più velocemente, la formazione di nubi ne risente. A influenzare quest’ultimo fenomeno ha contribuito anche la PDO, Oscillazione Decadale del Pacifico, un’oscillazione ciclica delle temperature delle acque. Nella fase calda, attraversata in questo periodo, la costa occidentale nordamericana e il Pacifico centrale si scaldano, mentre il Pacifico orientale si raffredda. Si formano così meno nubi.

Il futuro della Terra:

L’aumento di calore intrappolato dalla Terra potrebbe avere devastanti conseguenze. La velocità di scioglimento delle calotte polari rischia infatti di crescere. Ciò potrebbe tradursi in un innalzamento del livello dei mari fuori controllo entro i prossimi 10 anni. Il surriscaldamento delle acque porta poi a una marcata acidificazione, che potrebbe tradursi in seri danni a ecosistemi e biodiversità. I ricercatori hanno definito lo squilibrio termico allarmante e senza precedenti, ma hanno specificato che predire con certezza cosa accadrà nei decenni successivi non è possibile. I tempi considerati sono, infatti, brevissimi per la storia di un pianeta e ci sono ampi margini di intervento.

Il nuovo studio sul calore intrappolato dalla Terra ha dato un segnale importante. I dubbi sull’effettivo impatto del cambiamento climatico non sono più leciti e, anzi, siamo di fronte a una situazione ben più drammatica di quanto ipotizzato. Senza un cambio di passo il futuro appare segnato e il senso di soffocamento che ne segue potrebbe, presto, non essere solo metaforico.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.