Itinerari

Borghi in Italia: i più belli da visitare per vivere la magia dell’autunno

Se siete in dubbio su dove trascorrere il prossimo fine settimana, ecco alcuni tra i borghi d’Italia più belli d’Italia da non perdere in autunno.

Che l’Italia si possa vantare di avere tra i più bei borghi al mondo non è una novità. Molti di questi sono abbandonati e li si scopre quasi per caso, mentre altri sono diventati ormai famosi per la loro bellezza e per il loro fascino senza tempo. L’autunno ha la capacità di rendere questi piccoli tesori d’Italia ancora più belli e suggestivi, soprattutto perché molti di questi sono rurali e immersi nella campagna. Se non avete ancora pensato di visitarli, eccone alcuni imperdibili!

Borghi Italia autunno
Foto: cocoparisienne @pixabay

Santo Stefano Belbo, Piemonte

Nel cuore delle Langhe sono molti i borghi caratteristici da visitare: Barbaresco e Neive sono tra questi. Ma se cercate qualcosa di diverso tra le colline delle Langhe, Santo Stefano Belbo è famoso in tutto il mondo per il suo Moscato e i suoi vigneti. A rendere però davvero speciale questo luogo è il suo forte legame con la letteratura: è proprio qui che nacque lo scrittore Cesare Pavese. Come diceva lo stesso Pavese, Santo Stefano Belbo “è un poco la metropoli delle Langhe” e solo per questo merita una visita. Non vi resta che scoprire gli angoli nascosti del paese dopo un buon bicchiere di vino rosso e, perché no, leggendo proprio La luna e i falò.

Pienza, Toscana

Quando arriva l’autunno la Toscana è senza dubbio uno dei posti più belli da visitare. Se siete indecisi su quale borgo visitare, non lasciatevi perdere l’occasione di godere della magia autunnale di Pienza: uno dei borghi più belli d’Italia. Tra le meravigliose e poetiche colline della Val D’Orcia, Pienza è arroccata sulla cima di un colle e domina la valle regalando viste mozzafiato. Non solo, il borgo è uno dei pochi esempi rimasti di urbanistica rinascimentale e fu costruito proprio con l’idea di progettare la città ideale del Rinascimento italiano. Da Piazza Pio II non resta che perdervi tra le stradine del borgo e ammirare il panorama.

Pitigliano, Toscana

Sempre in Toscana, immancabile è la visita a Pitigliano: la splendida cittadina dell’Area del Tufo sorge proprio nel cuore della Maremma ed è considerato uno dei borghi più belli d’Italia. Conosciuto anche come “La Piccola Gerusalemme”, a partire dal XVI secolo ospitò una grande comunità ebraica tra le sue mura. Oggi Pitigliano è una delle tappe imperdibili durante un viaggio in Toscana grazie al mix perfetto di storia, arte e cultura. Ogni angolo del suo centro storico ospita un pezzo di storia e racconta il carattere selvaggio e incontaminato di quest’area. Durante l’autunno questo piccolo gioiello diventa ancora più affascinante e magico: gli scorci panoramici, le piazzette, i vicoli stretti, le abitazioni antiche e la massiccia roccia tufacea che sorregge l’intero paese regalano un’atmosfera unica.

Todi, Umbria

In Umbria si nasconde un vero e proprio gioiello a pochi chilometri da Perugia: la città collinare di Todi. Todi è più di un piccolo borgo rurale arroccato su una collina: è un luogo che esprime l’essenza più intima del territorio fatta di natura, storia e cultura. Se si è in cerca di un’oasi di pace autunnale questo borgo è perfetto per voi e vi conquisterà per la sua autentica bellezza e semplicità: non a caso una rivista americana definì Todi come la “città più vivibile del mondo”. Le cerchie di mura concentriche testimoniano il periodo romano e medievale, nonché le profonde radici storiche del luogo. Cosa visitare? Sicuramente Piazza del Popolo, il Palazzo Comunale dove sono ospitati il Museo lapidario, la Pinacoteca Civica e il Museo Etrusco Romano, il Duomo, la Chiesa di San Fortunato, la Piazza del Mercato Vecchio e  il Tempio della Consolazione. Dulcis in fundo, la Rocca di Todi dove ammirare il panorama circostante.

Santa Maria del Cedro, Calabria

Santa Maria del Cedro, in provincia di Cosenza, è conosciuta come “il borgo che profuma di mare e cedro”. Situato nell’alto Tirreno cosentino, tra le località di Diamante e Scalea, il borgo si trova proprio alla fine della vallata verde di cedriere e uliveti: da qui il profumo intenso ed unico che lo caratterizza. L’atmosfera di questo piccolo borgo calabrese è davvero magica anche in autunno! Per immergersi nella storia basterà spostarvi nella frazione di Marcellina, sul colle Palecastro, dove troverete i resti della città greca di Laos.

Cristina Morgese
Dopo aver conseguito la Laurea in Storia dell'arte e il Master in Management Museale, lavoro freelance come giornalista, copywriter e content creator. Non credo a confini già delineati, per questo mi piace oltrepassarli e trovare i fili nascosti che legano discipline diverse tra loro.