AttualitàLifestyle

93 mila euro per visitare il Titanic e cenare con l’ultimo menù

Un biglietto da più di 93 mila euro per visitare il Titanic e cenare con i piatti dell’ultimo menù della prima classe. Un’esperienza abissale di lusso.

Non stupisce che servano più di 93 mila euro (105 mila dollari) per visitare il Titanic e cenare con i piatti dell’ultimo menù, basti pensare che meno di 300 persone fino ad ora hanno raggiunto il relitto negli abissi. Per intendersi un numero inferiore di persone di quelle andate nello spazio.

visitare Titanic

Visitare il Titanic per un’esperienza abissale indimenticabile

La possibilità di visitare il Titanic – o meglio il suo relitto – è offerta Cookson Adventures and OceanGate Expeditions per luglio di quest’anno. Si tratta di una possibilità davvero esclusiva che, facendo i dovuti raffronti temporali, è paragonabile, anche dal punto di vista dell’esborso economico, a un biglietto di prima classe sul transatlantico.

visitare titanic esperienza

Arrivare al relitto della nave, d’altronde, non è certo una passeggiata, considerando che è depositato sul fondo dell’Atlantico sommerso da 3.700 metri di gelide acque. Attualmente i posti disponibili sono all’incirca nove e va considerato che ogni partecipante dovrà sottoporsi a un apposito training prima di immergersi. Oltre a visitare il Titanic il biglietto dà diritto a sedere a tavola per gustare una cena di 10 portate secondo quanto indicato nell’ultimo menù di prima classe.

visitare Titanic menù

Un’esperienza complessivamente molto suggestiva che offre la possibilità – ai pochi fortunati – di vedere coi propri occhi il relitto della nave più famosa del mondo e, in secondo, luogo di immergersi dal punto di vista culinario nella cucina del 1912. A rendere ancora più esclusiva l’opportunità offerta, c’è l’effimerità del relitto. Si stima che entro il 2030 le acque dell’atlantico lasceranno ben poco di quella che è stata – nel bene e nel male – la nave più affascinante di tutti i tempi.

TOPIC marestoria
blank
Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.