BevandeBirraScienza

Qual è il modo più veloce per raffreddare una birra?

Scena: un sabato sera pigro e svogliato, di quelli col pigiama già addosso, si trasforma in una serata con amici davanti alla tv. Ma la birra non è stata messa in frigo, cosa fate?


Una birra ghiacciata è, soprattutto in certi momenti della giornata, letteralmente imprescindibile. Eppure capita fin troppo spesso di scordarsi di metterne un numero sufficiente nel frigo, un po’ per distrazione, un po’ per le birre già bevute in precedenza, il punto è che diventa di vitale importanza raffreddare il nettare alla svelta. Ed ecco la domanda che tutti gli amanti della birra casalinga sul divano si pongono: qual è il modo più veloce per raffreddare una birra?

Qual è il modo più veloce per raffreddare una birra?

La chiave è il sale

Sembrerà di cambiare argomento, ma provate a seguirmi: in inverno le strade gelate vengono trattate con il sale, e bene o male tutti noi sappiamo come questo sia tremendamente utile nel far sciogliere la neve o il ghiaccio dal manto stradale. Ed è proprio il sale ad essere il migliore alleato di una birra gelida.

La chiave è il sale

L’acqua gela, come tutti sappiamo, a zero gradi, ma il sale ha una fantastica proprietà, ne diminuisce il punto di congelamento. Ecco perché le acque marine e oceaniche fanno più fatica a gelarsi: per il loro contenuto di sale – semplificando parecchio la faccenda – che abbassa l’asticella dai famosi 0° a -1,70° gradi.

Tutta una questione di fisica

Se aggiungete ad una ciotola di acqua gelata del sale la sua temperatura di congelamento si abbasserà. Per capirci, in meno di 5 minuti una birra immersa in una soluzione del genere è perfettamente pronta per essere bevuta. Per di più l’acqua è un ottimo mezzo per trasmettere il calore, molto meglio dell’aria o del ghiaccio solido, motivo per cui la birra cederà molto più volentieri il suo all’acqua; basterà ricordarsi di tenere la ciotola con la soluzione il più fredda possibile.

Tutta una questione di fisica

A livello microscopico le molecole di H2O, perdendo calore mentre la temperatura diminuisce, tendono ad avvicinarsi sempre di più, formando legami più rigidi. Il sale disciolto però non è che sia così d’accordo, e tende a disturbare questo processo rendendo la solidificazione del liquido molto più difficile.

Quindi, in parole povere: armatevi di una ciotola e riempitela di acqua e sale, mettetela nel congelatore e aspettate. Nel momento del bisogno basterà estrarre la ciotola (magari qualche minuto prima, per farla scongelare), dopo di ché potrete immergerci tutte le bottiglie che volete, si raffredderanno molto rapidamente. Alla salute!

Fonti: allindiasalt.com – wikihow.com – curiosity.com

TOPIC birra
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.