AttualitàLifestyle

I.T.A. International Taste Awards 2020

Si sono appena conclusi gli International Taste Awards 2020, il primo concorso internazionale svolto in Italia per prodotti gastronomici e bevande d’eccellenza.

Grazie alla passione e attenzione di Simone Massenza, giudice internazionale di Food & Beverage e Degustatore Professionista multi-matrice, nonché ideatore del concorso, sono andati in scena gli I.T.A., International Taste Awards 2020. La serata si è svolta presso il meraviglioso Palazzo Monti della Pieve, prestigiosa villa seicentesca, dei Baroni Monti a Montichiari (BS). Durante questo importante concorso, sono state premiate la qualità e l’eccellenza di prodotti gastronomici e bevande d’Italia e di altre 31 nazioni.

International Taste Awards

L’assegnazione dei premi

Sono stati più di 600 i prodotti iscritti agli Oscar internazionali del gusto e successivamente giudicati, alla cieca, da una giuria italiana e composta da massimi esperti del settore. Le valutazioni si sono basate su tutti gli aspetti sensoriali del prodotto, dal visivo all’olfattivo, passando per il gustativo. Sono stati meticolosamente valutati tutti gli aspetti qualitativi di ogni prodotto in competizione. Proprio per l’importanza e il valore del progetto, gli International Taste Awards 2020 sono stati patrocinati dalle Camere di Commercio (Italiane e straniere; Argentina, Kazaka, Mongola, Uruguaiano, Bielorussa, ecc.), dagli Enti Territoriali (Comunità del Garda, Alto Garda Bresciano, Val Saviore e Val Camonica), e dall’E.N.I.T, l’Agenzia Nazionale del Ministero del Turismo.

Premi international taste awards

I premi sono stati suddivisi in 3 categorie, medaglia d’oro per i prodotti eccezionali che hanno raggiunto un punteggio da 91-100/100, medaglia d’argento per i prodotti eccellenti che hanno preso da 81-90/100 e la medaglia di bronzo per i prodotti definiti deliziosi che hanno accumulato un punteggio di 71-80/100. In questa prima edizione degli International Taste Awards sono state assegnate 40 medaglie d’oro, 150 d’argento e 150 di Bronzo; ma i premi non sono finiti qui, durante la cena conclusiva sono stati annunciati i vincitori nella categoria Top50 e i Premi della Giuria, rispettivamente i 50 migliori prodotti in gara e i migliori prodotti per categoria. Simone Massenza si è definito emozionato: «Il fatto che numerose aziende straniere, anche realtà famose o pluri-premiate nel campo alimentare, abbiano voluto farsi giudicare dagli Italiani, mi ha riempito d’orgoglio. Questo testimonia che, almeno per una volta, nel mondo ci riconoscono la massima titolarità nel food market».


I.T.A.: chi ha assegnato i premi e come?

Gli International Taste Awards si contraddistinguono per il meticoloso lavoro svolto dalla giuria nel valutare ogni tipo di prodotto gastronomico e bevanda di qualità, sostenendo e promuovendo produttori, artigiani, agricoltori e allevatori nel loro lavoro. Un altro aspetto importante da evidenziare dei giurati degli I.T.A., è la loro provenienza: una commissione esclusivamente italiana composta da degustatori, assaggiatori, sommelier, operatori del settore (cuochi, pasticceri, panificatori e buyer), giornalisti enogastronomici, bartender e appassionati gourmet, che per due mesi hanno assaggiato e giudicato ogni singolo prodotto in competizione.

chi ha assegnato premi ITA

Questi Oscar del gusto sono riusciti a far convergere, nel primo evento di questo genere in Italia, alcune delle più note associazioni nazionali di degustazione e assaggio: O.N.A.S. (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Salumi), A.M.I. (Ambasciatori Italiani del Miele), A.E.D.A.B.T.M. (Associazione Esperti Degustatori di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena), Sake Sommelier Association, O.N.A.B. (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Birra) e Good Beer Society, per il comparto brassicolo. Gli organizzatori di I.T.A. hanno volontariamente scelto di non avere all’interno della giuria alcun produttore, una scelta deontologica, perché la serietà e la trasparenza sono alla base di questo concorso.

Per concludere, durante la serata di fine concorso svoltasi il 30 gennaio di quest’anno, è stato scelto lo chef stellato Pierre Zanotti, che con il suo menù di 6 portate, pensato ad hoc per gli International Taste Awards, ha deliziato gli ospiti e valorizzato i migliori prodotti italiani e stranieri premiati dal concorso stesso.

TOPIC ciboEventi
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.