AmbienteAttualità

Cintura tropicale: il cambiamento climatico finirà per spostarla

In futuro monsoni e siccità potrebbero non essere come e dove li conosciamo. La cintura tropicale delle piogge si sta spostando e l’equilibrio ne risente.

Alcuni ricercatori si sono recentemente concentrati sulla cintura tropicale pluviale. Nel paper, realizzato grazie a un approccio multidisciplinare, è stato mostrato che la posizione di questa zona rischia, in futuro, di variare. A causare l’alterazione è il cambiamento climatico e gli scenari prospettati sono molti. Le conseguenze si mostrano estreme e difficili da arginare.

Cintura tropicale

LEGGI ANCHE: Entro il 2050 potrebbero esserci 1 miliardo di rifugiati climatici

Cintura tropicale e studio:

La cintura tropicale delle piogge, detta Zona di Convergenza Intertropicale, ha caratteristiche particolari. Copre una stretta fascia intorno all’Equatore e rappresenta il punto di incontro tra i venti che soffiano dai due emisferi. La sua posizione oscilla durante l’anno e determina i cicli di precipitazioni e siccità nelle zone interessate. I ricercatori hanno analizzato 27 modelli, basati su diversi livelli di emissioni di gas serra. Sono stati coinvolti ingegneri ambientali, scienziati della Terra ed esperti statistici. Antonios Mamalakis, leader dello studio, ha spiegato che solo un lavoro mirato ha reso evidenti gli imminenti cambiamenti. Ai precedenti studi, concentrati su una media globale, erano sfuggiti.


Lo spostamento:

Con una continua crescita delle emissioni lo spostamento della cintura tropicale delle piogge appare inevitabile. La Zona di Convergenza Intertropicale tende a migrare verso le zone di calore più intenso. Come per il cambiamento climatico, quindi, le variazioni non saranno uniformi. In Asia l’atmosfera si scalda più velocemente, a causa dello scioglimento dei ghiacciai sull’Himalaya e della scomparsa delle nevi perenni. La cintura tropicale, quindi, nell’emisfero orientale, si sposterà verso nord. Nell’emisfero occidentale, invece, l’indebolimento della Corrente del Golfo e la formazione di masse di acqua fredda nel Nord Atlantico, causeranno il processo opposto. Lo slittamento sarà verso sud.

Equilibrio alterato:

Lo slittamento della cintura tropicale delle piogge è destinato a sconvolgere Paesi ed ecosistemi. Sono infatti attesi importanti squilibri idrici. In Africa Sud-Orientale, Madagascar e Centro America i periodi di stress idrico sono destinati ad aumentare e il pericolo di desertificazione è concreto. Nel sud dell’India sembra invece inevitabile un aumento delle alluvioni. Le conseguenze non riguarderanno solo la zona tropicale. Mamalakis ha infatti specificato che a esserne interessati saranno due terzi del pianeta con devastanti ripercussioni sulla reperibilità di cibo. Questo “effetto a cascata” finirà probabilmente per alterare anche la posizione della fascia equatoriale, sede dell’ecosistema più ricco della Terra, e dei monsoni.

La speranza degli scienziati è che lo studio sulla cintura tropicale delle piogge smuova le autorità. L’obiettivo è che le istituzioni politiche orientino in maniera razionale i provvedimenti, così da rendere le conseguenze dello slittamento sopportabili. Se vogliamo continuare a osservare le scene apocalittiche comodamente seduti su un divano, comunque, ridurre le emissioni è un imperativo.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.