AnimaliAnimali selvaticiCosmesi

L’olio di Argan e le capre arrampicatrici di alberi in Marocco

Le foto sono girate pochi giorni fa sui social, ma in realtà non si tratta di una novità. Lo spettacolo però di un albero pieno di capre deve per forza sollevare qualche domanda.

Potrà sembrare strano e surreale, ma questo assurdo spettacolo è all’ordine del giorno in Marocco: le capre si arrampicano puntualmente sugli alberi di Argan. Ma com’è possibile? E soprattutto, perché? Dietro al mistero potrebbe esserci un istinto molto basilare, in grado di far smuovere a questi poveri animali mari e monti: la fame. E gli allevatori hanno imparato presto a sfruttare questa sfrenata passione a loro vantaggio, impiegandole per la produzione del famoso olio di Argan.

Capre sugli alberi

Un albero con le spine

L’argan è un albero particolarmente coriaceo, con una corteccia ruvida e spinosa che sembra fatta apposta per stare in sintonia con l’ambiente arido in cui cresce. I suoi rami sono disordinati e folti, la chioma ampia diventa un importante riparo per gli animali che cercano la frescura dell’ombra. Ma se l’aspetto della pianta è aspro, i suoi frutti sono di una dolcezza incredibile.

L'olio di Argan e le capre arrampicatrici di alberi in Marocco

E proprio qui sta il segreto delle capre scalatrici: vengono attirate dai germogli dell’albero, tanto da farle arrampicare e rimanere in equilibrio precario sui rami. Parliamo di una scalata di 8 e 10 metri in uno spazio assolutamente ristretto, tra spine e corteccia spietata, per riuscire a mangiare le mandorle non ancora mature. Gli allevatori marocchini hanno ormai capito il trucco e tengono gli animali lontani dalle piante fino a quando le famose «mandorle di Argan» non sono pronte.

Olio di Argan

A questo punto le capre si arrampicano sugli alberi quando i frutti sono maturi, li consumano e ingoiano il seme al loro interno completamente intatto. Una rapida ricerca tra gli escrementi degli animali permette agli allevatori di fare incetta delle mandorle, espulse in perfette condizioni dalle capre. Ora sapete da dove arriva il rinomato olio di Argan.

Fonti: tpi.it – greenme.it

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari riguardo il complicato mondo dell’alimentazione.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi